Consigli per una buona pratica

Per ottenere beneficio dalla vostra nostra lezione di yoga dovrete essere presenti e attivi. Ci sono  una serie di accorgimenti e spunti che ognuno di noi può seguire per praticare più facilmente raggiungendo un maggior beneficio.

Quello che segue è un elenco di indicazioni che, per il vostro benessere e quello di chi pratica con voi,  devono essere seguite e altre che, quando applicate, permetteranno ad ognuno degli studenti ti trarre il massimo beneficio dalla propria pratica rendendola gradevole e rigenerante.

  • praticare a stomaco vuoto, o aspettare almeno 3/4 ore dopo il pasto. Svuotare l’intestino e la vescica vi permetterà di praticare più facilmente;
  • Idratare il proprio corpo prima e dopo la pratica; è assolutamente sconsigliato bere acqua durante la pratica;
  • l’igiene personale è una parte integrante della nostra pratica. Vi chiediamo di tenere pulito il tappetino e utilizzare indumenti e asciugamani freschi ad ogni classe;
  • l’abbigliamento suggerito è elastico e confortevole. Indumenti ingombranti e calze sono sconsigliati;
  • il materassino è l’unico vero strumento che vi serve per praticare. Si consiglia sempre di averne uno personale.Per le lezioni di prova e per le vostre prime lezioni la yoga shala ha a disposizione diversi materassini. Per l’acquisto del vostro materassino siamo a disposizione;
  • ascoltate e seguite le istruzioni del maestro praticando con cura e attenzione nel rispetto del vostro corpo e di quello degli altri studenti;
  • rispettate e seguite la pratica dell’Ashtanga Vinyasa Yoga come insegnato nella shala. Aggiungere variazioni potrebbe distrarre gli altri studenti e non permettere un armonico svolgimento della pratica;
  • Mantenere il silenzio durante la pratica è fondamentale per permettere ad ognuno di rimanere concentrato e collegato alla propria sequenza;
  • L’intera lezione si svolge sul tappetino. Seguire una determinata sequenza in uno spazio ben definito, se pur all’inzio possa sembrare limitante, nel tempo vi farà acquisire equilibrio e concentrazione. Cercate di aprire la mente ad approcci differenti;
  • Quando si inizia a praticare si può sudare molto più del solito. Non abbiate paura di sudare. E ‘parte del processo di pulizia e purificazione;
  • Vi chiediamo di portare un asciugamano che verrà utilizzato dall’insengante per gli aggiustamenti. Non è consigliato usare l’asciugamano durante la pratica per detergere il sudore;
  • E’ sconsigliato l’uso di gioielli, orologi, profumi, creme o oli. Ci piace praticare “al naturale”;
  • Durante il ciclo mestruale le donne devono astenersi dal praticare per i primi tre giorni e, nei giorni successivi, evitare di praticare le posizioni invertite;
  • Provate a praticare, anche se siete a corto di energia o non avete tempo per completare l’intera sequenza. Un pò di pratica è meglio di niente. Se il vostro tempo è limitato, in accordo con l’insegnante, potrete ridurre la vostra pratica rendendola più breve. In questo modo non dovrete correre e avrete il tempo di fare l’intera sequenza di chiusura;
  • Non stiamo puntando alla perfezione fisica, quindi non scoraggiatevi se vi sentite stanchi o in difficoltà. Cercate di non giudicarvi e di osservare i movimenti della mente. Con il tempo i pensieri si calmeranno e vi ritroverete più sorridenti durante la pratica;
  • Non esitate a chiedere aiuto all’insegnante ed avvisarla in caso di gravidanza o problematiche particolari.

Buona pratica!!