Ashtanga Vinyasa Yoga

Lo Yoga è la combinazione di pratiche fisiche, mentali e spirituali che vissute nel quotidiano, hanno lo scopo di fare chiarezza nella nostra mente e curare il nostro corpo rinforzandolo e purificandolo.

L’Ashtanga Yoga è una filosofia yogica codificata e trasmessa da Patanjali che, negli Yoga Sutra, descrive e spiega gli otto rami dello yoga (Ashta -otto, Anga-rami) esprimendoli come Yama (precetti da seguire), Nyama (precetti da compiere), Asana (Posture), Pranayama (Controllo e ritenzione del respiro), Pratyahara (Controllo dei Sensi), Dharana (Concentrazione), Dhyana (Meditazione), Samadhi (Contemplazione).

L’immagine spesso utilizzata per spiegare al meglio questo sistema è quella dei rami di un’albero. Questi otto livelli crescono e fioriscono come rami nella nostra vita con tempi e modi differenti. Seguendo e praticando la filosofia dello yoga ognuno di noi potrà crescere ed espandersi coltivando l’opportunità di raccogliere i frutti dello yoga.

L’Ashtanga Vinyasa Yoga è una disciplina yogica nella quale il praticante fluisce da un asana -posizione- all’altro secondo un ritmo cadenzato e regolare. Ogni transizione viene fatta seguendo il sistema del vinyasa che prevede un’accurata coordinazione tra respiro e movimento. Praticando con costanza lo studente impara a muovere il  corpo armoniosamente facendosi guidare dalla respirazione secondo una singolare tecnica di respiro sonoro. Per fluire da una posizione all’altra saranno fondamentali tecniche come i bandhas -chiusure- e la focalizzazione dello sguardo –drishti.

I benefici fisici sono molteplici e già distintamente percepibili al termine della lezione. Il calore creato dalla pratica rigenererà e ripulirà il nostro corpo dalle tossine accumulate durante il giorno. Forza e leggerezza fioriranno nel praticante grazie alla costanza e alla frequenza della pratica.

Determinazione, disciplina, sforzo e consapevolezza saranno necessari per la nostra crescita e il nostro sviluppo mentale fisico e spirituale. Nella consapevolezza che il viaggio all’interno e attraverso lo yoga è personale ed individuale, quando impariamo ad affidarci e ad ascoltarci riscopriamo al nostro interno semi pronti a sbocciare e fiorire.

Mysore Style – imparare a praticare nel metodo tradizionale

Questo stile di pratica prende il nome da Mysore, città al Sud dell’India nella quale l’Ashtanga Vinyasa Yoga ha avuto origine.
Rispettando la tradizione indiana ogni studente seguendo il ritmo del proprio respiro e la sequenza dell’Ashtanga. Mano a mano che la pratica individuale acquisisce forza, resistenza e flessibilità il praticante avanzerà nella sequenza in base alle caratteristiche personali.

Imparando la pratica in Mysore Style lo studente diventa sempre più autonomo creando agevolmente l’abitudine ad una pratica quotidiana.

6

Tradizionalmente si pratica 6 giorni alla settimana ad eccezione dei giorni di luna piena e nuova, affinché questo sistema funzioni la meglio, viene suggerito un impegno di 3 volte alla settimana.
Con costanza e gentilezza vedrete quindi crescere in voi la forza e la flessibilità che vi daranno la possibilità di procedere in questo cammino silenzioso.

Classi Guidate

Durante queste lezioni gli studenti vengono guidati nel movimento, nel  respiro e nello sguardo. La voce dell’insegnante e le sue indicazioni coinvolgeranno tutti gli studenti attraverso una lezione sincronizzata e fluida.
Queste classi sono particolarmente indicate per apprendere in maniera corretta il Vinysa (coordinazione tra movimento e respiro), la respirazione sonora, i drishti (direzione dello sguardo) e i bandha (attivazioni muscolari interne)