Astanga o Ashtanga Yoga?

Una delle cose  “strane”  che notiamo quando ci approcciamo a questa pratica sono i nomi delle posture, il conteggio, lo stesso nome di questo stile di yoga: insomma l’incontro con il Sanscrito.

Il Sanscrito fa parte della famiglia delle lingue indoeuropee, di quelle che definiamo “lingue morte”. Questa lingua è l’humus nel quale affondano le radici della trasmissione orale di tutte le discipline yogiche. Una lingua antica, affascinante e complessa, come il latino, che per alcuni diventa avvincente oggetto di studio.

Sicuramente per noi Italiani è una lingua dalle sonorità famigliari che non fatichiamo a riprodurre senza commettere grossi errori di pronuncia. “Facilissima!” potrebbe ironizzare chi ha appena iniziato a praticare yoga e tra un respiro e l’altro, magari mentre cerca di mantenere l’equilibrio, sente dire il nome della prossima postura della quale capirà solo il finale “asana”.

Partiamo quindi dall’inizio, dal nome della pratica. Si scrive Astanga o si scrive Ashtanga?
Tutto nasce dalla traslitterazione della parola dal devanāgarī, la più importante delle scritture indiane, verso le altre lingue “moderne”.

Troverete principalmente la parola Aṣṭāṅga traslitterata come Ashtanga, questo per far si che la pronuncia corrisponda il più possibile a quella reale secondo le peculiari regole fonetiche della scrittura devanāgarī

Soprattutto se ancora non conosciamo questa pratica, non è difficile che leggendo un testo la parola “astanga ” venga pronunciata così come la leggiamo. In realtà la sonorità di questa parola andrebbe pronunciata con la “s” che suona tipo sc- , per esemplificare ulteriormente potremmo dire che è la S del nostro siciliano.

Quindi quella “h” dopo la “s” vorrebbe aiutarci a pronunciare la parola “ashtanga” nella maniera più corretta. Se volessimo essere puristi ed evitare la h dovremmo però scrivere la parola esattamente così: Aṣṭāṅga

Tutto chiaro? Forse se siete degli estimatori del sanscrito troverete questa spiegazione “semplicistica” , ma ho cercato di svelare un piccolo mistero che sta dietro alla pronuncia di questa parola.

Ci leggiamo alla prossima pillola yogica!