Perchè dovrei partecipare ad un workhsop?

Se leggete questo articolo è perchè in un qualche modo, attraverso workshop passati o lezioni di yoga, mi avete incontrata e incontrato l’Ashtanga Yoga sul vostro cammino. Alcuni di voi sono assidui praticanti, altri hanno iniziato e magari interrotto ed altri ancora si sono solamente affacciati a questa disciplina. 

Di seguito rispondo ad alcune delle domande che spontaneamente nascono dentro ad ognuno di noi quando riceviamo un invito ad un seminario (di yoga nello specifico). Queste considerazioni sono frutto della mia esperienza e spero possano esservi utili in questa ed altre occasioni.

Perchè dovrei partecipare ad un workhsop?

Senza volervi/ci troppo incasellare in una categoria, mi sento di dire che se siete “vecchi praticanti” il workshop è un momento di approfondimento della nostra pratica. Da unYoga Modena Workshop Elena 2014 punto di vista fisico e spirituale, queste sono infatti le occasioni attraverso le quali con  maggiore facilità si possono comprendere gli aspetti teorici e filosofici dello yoga.
Se siete invece principianti, il workshop diventa un vero momento di slancio. Dedicare due o più giorni a questa nuova passione che vi sta coinvolgendo vi farà fare un vero e proprio salto in avanti.
Se semplicemente sentite che qualcosa vi attrae verso questo evento, ma avete paura di “non essere in grado” non esitate a chiedere a chi organizza l’evento. Quasi sempre sono previsti momenti indirizzati agli assoluti principianti

Perchè dovrei investire tempo in un seminario? 

I workshop di yoga in superficie appaiono come incontri nei quali “si fa yoga” e “si parla di yoga”. Affermazioni vere che però rappresentano solo la punta dell’iceberg di quello che accade in questi eventi.
Immaginate un importante numero di persone che organizzano la loro vita in quei giorni per essere presenti fisicamente e mentalmente al seminario. Immaginate il desiderio e l’attenzione posti nell’apprendimento durante le lezioni.
Modena Yoga Ashtanga settembre 2015Sommate il piacere di condividere un’esperienza yogica di unione.
Il tutto sorretto dal potere rigenerante e ristoratore della pratica.
Ed ora immaginate anche quali sensazioni e vibrazioni positive tutto ciò possa apportare nella nostra vita.
Vita nella quale tendenzialmente le energie sono indirizzate verso l’esterno. Ebbene per più giorni concentrerete le energie al vostro interno
Concedersi questi momenti è come spremere il succo, il meglio di noi ed assimilarlo come un potente centrifugato energizzante. Con questa nuova carica tornerete alle vostre vite “normali” e l’effetto sicuramente non svanirà al termine della prima giornata lavorativa. 

Perchè dovrei investire denaro in un seminario?

Perchè non dovreste investire su voi stessi? Forse è questa la vera domanda che dovreste porvi. Sostanzialmente state dando energia alla vostra crescita personale facendo qualcosa che probabilmente non sarà immediatamente tangibile a livello fisico e materiale, ma che ricondurrà ognuno dei partecipanti più vicino a quella fonte che ha desiderio di essere alimentata. 

Perchè dovrei praticare con quell’insegnante?

Scegliere “a quale workshop partecipare” è estremamente soggettivo. Banalmente potete riflettere sul perchè proprio quel workshop è giunto alle vostre orecchie. Pensate a quale sia la fonte daEddie Stern Aprile 2014 Milano
lla quale avete appreso di quell’evento e quale sia il “tema” del seminario. Se non conoscete l’insegnate andate a cercare informazioni su di
lui/lei. Leggetene la biografia, magari gli articoli ed eventuali recensioni. Senza dimenticare, come dice la mia insegnante, che alla fine “sono tutte semplicemente opinioni“.
Oggi ormai possiamo raccogliere tutte le informazioni disponibili, ma oltre a queste vi suggerisco di lasciarvi guidare dal vostro istinto e provare ad assecondarlo. Sicuramente vi porterà ad un insegnamento

E se non riesco a partecipare all’intero workshop?

Siete proprio sicuri di non riuscire a prendervi una pausa da tutto il resto? Sicurissimi che in quei 2 o più giorni (rapportatati a tutta la durata della tua vita) siano così essenziali per “tutto il resto del mondo”? Il mio consiglio è rifletteteci. Solitamente la vera magia dei seminari inizia dall’istante in cui entrate nella scuola di yoga e vi presentate al momento in cui caricate la sacca del tappetino in macchina o timbrate il biglietto di ritorno del treno.
Dette questo. Se proprio non riesci a fare diversamente non perdete l’occasione di esserci. Organizzate il tempo a vostra disposizione in modo da entrare in totale apertura alle lezioni alle quali accederete. 

Per esperienza personale, le volte alle quali non ho potuto partecipare all’intero evento sono quelle che più mi hanno fatto realizzare quanto avessi sottovalutato la bellezza e l’importanza di momenti di questo livello della mia vita.

 

Che dire… se rispondendo a queste domande sentite il desiderio di esserci…   Per qualsiasi domanda, curiosità o informazione contattatemi, sono come sempre a vostra disposizione.

 

Namastè

Vania Passini

www.dayoga.it